Fiscal year

Un anno difficile per Safilo. Ora si scommette su Trocchia

Il gruppo dell'occhialeria Safilo chiude il bilancio 2017 con una perdita adjusted di 47,1 milioni di euro, dal precedente utile di 15,4 milioni. A causa delle poste non ricorrenti, come si legge in una nota, la perdita netta è di 251,6 milioni.

 

Nell'anno il fatturato è calato del 16,4% a 1,05 miliardi di euro. Questa cifra, come già anticipato in gennaio, tiene conto della transizione di Gucci da licenza a contratto di fornitura, che ha pesato per 155 milioni.

 

Nel 2017 l'ebita è sceso da 80,9 a 25,9 milioni e l'ebitda adjusted (che non tiene conto di una svalutazione dell'avviamento pari a 192 milioni e degli oneri non ricorrenti) è passato da 88,8 a 41,1 milioni.

 

La perdita operativa ammonta a 208,2 milioni (dai precedenti -116,6 milioni) e la perdita operativa adjusted risulta di 0,8 milioni dal precedente utile operativo adjusted di 43,5 milioni.

 

Come ha spiegato il presidente esecutivo Eugenio Razelli, sul 2017 grava, oltre al cambio negli accordi con Gucci, anche la «difficile implementazione», a inizio anno del nuovo sistema informativo per la gestione del centro distributivo di Padova.

 

L'evento ha influenzato negativamente le consegne e, mentre l'operatività ha recuperato già a metà anno, la raccolta ordini ha continuato a risentirne, con un impatto negativo sulle vendite e sugli utili fino al quarto trimestre incluso.

 

Due le note positive segnalate da Razelli: i trend registrati sui mercati emergenti e le migliori performance dei principali marchi di proprietà.

 

«Consideriamo il 2018 come un nuovo inizio per Safilo - ha detto il presidente esecutivo - in cui si inserisce l’annunciata nomina di Angelo Trocchia (nella foto) nel ruolo di amministratore delegato, con l’obiettivo di accompagnare il gruppo in una nuova fase di efficace business execution e sviluppo del portafoglio marchi». Trocchia entrerà in Safilo con efficacia dal primo aprile 2018.

 

Nel nuovo esercizio è stimato un ritorno alla crescita dei ricavi del portafoglio marchi in continuità (-3,9% nel 2017) a cambi costanti e un aumento dell'ebitda margin adjusted. In più è previsto un solido livello di investimenti focalizzati sulla supply chain e sull'IT.

 

Le azioni Safilo si avviano a chiudere la seduta con una flessione del 3,7% alla Borsa di Milano a 4,43 euro per azione. L'indice Ftse Mib perde invece l'1,06%.

stats