Fiscal year

Zalando stima una crescita del 20-25% per il 2018

Utili netti in calo nel bilancio annuale di Zalando (da 120,5 a 101,6 milioni di euro). L'e-tailer ha speso meno nel marketing ma sono aumentate le uscite per la logistica, insieme agli investimenti per ampliare la capacità e la customer experience.

 

Nell'anno il gruppo del fashion e-commerce ha aperto nuovi centri logistici in Italia (nel veronese), Francia, Svezia, Polonia e nel Sud della Germania.

 

Zalando ha inoltre investito sul servizio di consegne in giornata e sui punti dove è possibile svolgere le operazioni di reso, oltre che su soluzioni di logistica per i brand partner. Nel 2017 i dipendenti sono passati da 12mila a 15mila.

 

Il gruppo di Berlino ha totalizzato 4,49 miliardi di euro di fatturato annuale, in aumento del 23,4% rispetto all'anno prima. Una performance nella parte alta del range prospettato in precedenza dal management, fra il 20% e il 25%. La crescita attesa per il 2018 dovrebbe collocarsi nello lo stesso intervallo.

 

Nei mercati Dach, in particolare, Zalando ha realizzato un +18% a 2,15 miliardi di euro, mentre nel resto d'Europa è cresciuto del 25,7% a 1,97 miliardi (+45% negli altri Paesi, a 370 ).

 

In 12 mesi il numero di consumatori attivi è passato da 19,9 a 23,1 milioni e gli ordini da 69,2 a 90,5 milioni. La spesa media è scesa di poco, da 66,6 a 64,5 euro.

 

L'ebit adjusted del 2017 è risultato in leggero calo, dal 216,3 a 215,1 milioni di euro. Per l'anno in corso questo indicatore dovrebbe oscillare fra 220 e 270 milioni di euro. Tuttavia le spese in conto capitale sono stimate in aumento, da 244 a 350 milioni di euro.

 

Il gruppo, che pubblicherà i risultati del primo trimestre del nuovo esercizio l'8 maggio, si sta preparando alla vendita, per fine mese, di nuova categoria merceologica: il beauty.

 

Le nuove iniziative e le stime di crescita non sembrano fare breccia sugli investitori in Borsa: a Francoforte il titolo zalando accusa un calo del 6% a 44,18 euro per azione.

 

stats