GIRI DI POLTRONE

Stuart Vevers lascia Loewe per Coach

 

Finalmente si è dissipato il mistero sul personaggio che prenderà il posto dell'iconico Reed Krakoff all'interno di Coach: si tratta di Stuart Vevers, dal 2008 alla guida stilistica di Loewe.

 

Vevers, vincitore nel 2006 del premio Accessory Designer of the Year messo in palio dal British Fashion Council, è sembrato il candidato ideale per una realtà come Coach, il cui core business sono appunto i complementi come borse, scarpe e occhiali.

 

Lo stilista 39enne - che prima di entrare in Loewe ha lavorato tra gli altri per Mulberry, Calvin Klein e Bottega Veneta - sarà responsabile, in quanto executive creative director, della "visione" creativa del marchio americano, compresi il concept delle boutique e l'immagine. Si presume che darà una spinta verso l'alto sia ai contenuti moda, sia ai prezzi.

 

"Coach è un brand eccezionale, da tempo fonte di ammirazione da parte mia", ha commentato il neo-nominato, mentre il cco di Coach, Victor Luis (che diventerà ceo al posto di Lew Frankfort a inizio 2014), ha commentato: "La passione, la capacità di leadership e l'approfondita esperienza nel lusso di Vevers, con un focus sulla pelletteria, lo rendono perfetto per scrivere il prossimo capitolo della nostra storia".

 

Quando si era diffusa la voce che Coach stava cercando il successore di Krakoff (in uscita la prossima primavera), sulla stampa americana si erano fatti i nomi più disparati, compresi quelli di Marc Jacobs e di Emma Hill, dimissionaria da Mulberry.

 

Ora resta una sedia vuota in Loewe: ma dalla griffe non arrivano commenti, né indicazioni sulle future mosse.

 

stats