GLOBAL BLUE FOR FASHION

Il valore della bellezza

Prodotti eccellenti ed esperienze eccezionali hanno fatto volare gli acquisti nel settore del beauty.


Shopping è ormai un’ “esperienza”. Lo sanno bene i grandi marchi del beauty, un settore che sta ottenendo incredibili risultati di vendita, non solo per gli eccellenti prodotti, ma sempre di più grazie alle eccezionali experience offerte in store.


Hana Ben-Shabat, esperta di beni di consumo e retail di A.T Kearney, parla infatti di un "Rinascimento” del settore. Se la moda resta il segmento più importante, con un 46% di vendite totali nel 2017, la categoria profumi e cosmetici registra un aumento delle vendite in negozio del 17% rispetto al 2016. La capacità del settore beauty di attrarre e mantenere l'interesse dei clienti è riconducibile all’opportunità da parte dei rivenditori e dei marchi del beauty di creare esperienze in negozio, vero valore aggiunto per il cliente. Negli ultimi anni infatti sono state investite cifre cospicue per la realizzazione di App su mobile con cui “testare” il colore dei diversi cosmetici per arrivare alle tecnologie di realtà aumentata (AR).


In termini numerici, nel 2017 l’Europa si conferma la meta prediletta per questa tipologia di acquisti con Francia, Germania, Italia e Spagna che hanno rappresentato più del 40% delle vendite Tax Free globali. In fatto di nazionalità, invece, sono gli asiatici i maggiori acquirenti della categoria: nel 2017 i globe shopper in arrivo da Cina, Taiwan e Indonesia hanno rappresentato il 48% delle vendite globali. Con un dato da sottolineare: le vendite ai clienti cinesi sono aumentate di quasi il 50% dal 2016 al 2017.


Se da una parte il settore beauty ha una componente esperienziale intrinseca, dall’altra è altrettanto vero che queste nuove tecnologie abbiano contribuito in maniera significativa al rialzo le vendite grazie a innovativi concept di negozio che si sono trasformati in veri e propri studi di bellezza.


stats