GLOBAL BLUE FOR FASHION

In Europa il Tax Free Shopping torna a crescere a doppia cifra

Nei primi nove mesi del 2017 il Tax Free Shopping in Europa torna a crescere a due cifre: +11%.

In Europa il Tax Free Shopping torna a crescere a doppia cifra facendo registrare un + 11% nei primi nove mesi del 2017, una gradita ripresa, che arriva dopo un 2016 in flessione. E’ questa una delle tendenze emerse dai dati Global Blue, società leader nei servizi di Tax Free Shopping, presentati in occasione del tradizionale appuntamento con l’Osservatorio Altagamma 2017.
 


Dopo un 2016 di leggero calo, i primi nove mesi del 2017 hanno visto una accelerazione del mercato europeo del Tax Free Shopping – ha commentato Pier Francesco Nervini, Chief Operating Officer North & Central Europe & Global Accounts Global Blue“Una crescita dovuta alla ripresa globale, a buoni dati macroeconomici in tutti i principali Paesi di provenienza, fatta eccezione per quelli del Golfo. Assistiamo, inoltre, alla migliorata attrattività turistica per ragioni diverse sia del Regno Unito che della Spagna, oltre che alle buone performance fatte registrare in Italia e Francia.

Il trend positivo del mercato europeo tax free è stato trainato principalmente dalle vendite registrate in UK (+22%), Spagna (+18%), Italia (+8%) e Francia (+7%), in controtendenza la Germania con una leggera flessione (-4%). I key driver di crescita del mercato europeo Tax Free Shopping nei primi nove mesi del 2017 sono stati molteplici. Primo fra tutti un aumento del numero di turisti con capacità di spesa maggiore rispetto a quella dello scorso anno, a cui segue un buon impatto della ripresa economica globale insieme con dati macroeconomici positivi nei principali Paesi di provenienza. Questi fattori hanno determinato anche un aumento dello scontrino medio dedicato agli acquisti tax free (+3%) . In Italia da gennaio a settembre 2017 il Tax Free Shopping si difende bene: +8% rispetto allo stesso periodo 2016. I turisti russi tornano a spendere nel Bel Paese (+27%) e quelli cinesi si confermano prima nazionalità (29%). E il futuro del Tax Free continuerà a essere roseo anche per gli ultimi tre mesi del 2017 le stime di Global Blue confermano, infatti, il segno positivo in particolare in Spagna (+16%) e in Italia (+7%).
 

stats