Headquarters

Gucci inaugura l'hub milanese. Dal 2017 si sfila nell'hangar

Nel giorno della sfilata, Gucci inaugura ufficialmente il suo hub di via Mecenate: 35mila metri quadri negli spazi della ex fabbrica aeronautica Caprotti, dove riunisce per la prima volta gli uffici di Milano, le showroom, lo spazio sfilate, le attività grafiche e il foto studio.

 

Come ha spiegato il presidente di Gucci, Marco Bizzarri, la nuova struttura «va ad unirsi ai due altri centri di eccellenza in Italia: la nostra sede a Firenze, con oltre 1.300 persone, che rimane il cuore storico del marchio e il centro di eccellenza per la nostra riconosciuta manifattura e artigianalità, e Roma, casa dell'ufficio stile».

 

Il nuovo quartier generale, che oggi ospita oltre 250 persone, è il risultato di oltre tre anni di lavoro di restauro meticoloso della struttura originaria fondata nel 1915, affidato allo studio di architettura milanese Piuarch.

 

L'hangar, che occupa una superficie di 3.850 metri quadri, è stato recuperato minuziosamente e sarà destinato a ospitare le sfilate a partire dal 2017. Al centro del complesso c'è una torre di sei piani costruita ex-novo, con le pareti in vetro.

 

Il design riflette la visione estetica di Alessandro Michele, che ha voluto dare vita a un campus, più che a un insieme di uffici, curando personalmente la scelta degli arredi e delle decorazioni, con l'idea di mettere al centro la qualità del vivere lo spazio di lavoro.

 

Il polo milanese è stato concepito come struttura sostenibile al 100%, con spazi verdi, giardini diffusi e pareti verdi. Il progetto ha permeso un risparmio medio sui costi energetici del 25%, mentre una quota del costo totale di energia annuale è compensata da energia proveniente da fonti rinnovabili generata in loco, con un sistema fotovoltaico.

 

Prevista anche una gestione avanzata degli impianti, che consente di misurare il consumo elettrico delle singole zone dei vari edifici. Nel corso dei lavori, oltre il 90% dei rifiuti prodotti in cantiere è stato riciclato.

 

stats