IMPRENDITORI

Chanel: i Wertheimer, Paperoni della moda con discrezione

 

Protagonista alle sfilate parigine che hanno chiuso i battenti ieri, nei giorni scorsi Chanel (nella foto) non ha fatto parlare di sé solo per le creazioni in passerella, ma anche per alcune news relative ai fratelli Alain e Gerard Wertheimer, da 39 anni alla guida del business di famiglia, anche se raramente sotto i riflettori.

 

Come emerge dall'agenzia Bloomberg, i Wertheimer disporrebbero di un patrimonio di 19 miliardi di dollari, più del doppio rispetto agli 8 miliardi che emergono dalla classifica elaborata da Forbes lo scorso marzo.

 

L'annual report relativo al 2011 depositato alla Camera di Commercio olandese mostra che la holding dei Wertheimer, la Chanel International Bv, totalizzava 5,9 miliardi di dollari di ricavi (+26% rispetto all'anno prima) e 1,4 miliardi a livello di ebitda.

 

Si tratta dei dati più recenti a disposizione che, rielaborati da Bloomberg tenendo conto dei multipli di alcuni concorrenti (come L'Oréal, Estée Lauder, Prada, Lvmh e Kering), hanno portato a una valutazione complessiva di Chanel di circa 18,5 miliardi di dollari.

 

Sempre nel 2011 la holding mostrava un ebitda margin del 24%, che si confronta con il 23% di Kering, il 26% di Lvmh e il 29% di Prada.

 

Un ultimo dato che la dice lunga sull'appeal della griffe: Chanel risulta la più desiderata dalle cinesi, secondo un'analisi di Bain & Co..

 

 

stats