INDISCREZIONI

Aria di divorzio fra Nina Ricci e Guillaume Henry

Quella di domani, 2 marzo, potrebbe essere l'ultima sfilata di Nina Ricci con la direzione creativa di Guillaume Henry. Sembra certo che, dopo poco più di tre anni, l'intesa tra il designer e la maison sia giunta al capolinea.

 

Come riporta wwd.com, il motivo della rottura sarebbe il fatto che, secondo Henry, la casa madre Puig non starebbe investendo abbastanza nella griffe.

 

Tra gli altri brand nel portafoglio del gruppo spagnolo da quasi 1,8 miliardi di euro (dato 2016, in crescita del 9% sul 2015) spiccano Carolina Herrera, Paco Rabanne, Jean Paul Gaultier e i profumi di Prada, Valentino e Comme des Garçons.

 

Classe 1978, prima di approdare in Nina Ricci Guillaume Henry ha lavorato per cinque anni come creative director di Carven. Nel suo curriculum figurano anche esperienze in Givenchy e Paul Ka, oltre agli studi all'Institut Français de la Mode e alla Scuola di Belle Arti di Troyes (nella foto, Henry al termine della sfilata Spring-Summer 2018 di Nina Ricci).

 

stats