INDISCREZIONI

Benetton: per la presidenza circola il nome di Gianni Mion

Mentre si attendono per domani i risultati del fiscal year 2013 di Benetton Group e si concretizza il piano triennale di rilancio della società, indiscrezioni di stampa rivelano che Gianni Mion, attualmente vice presidente di Edizione Holding e da 30 anni nel team di Ponzano Veneto, potrebbe prendere il ruolo di presidente al posto di Alessandro Benetton.  

 

 

Oggi, 7 aprile, La Repubblica dedica una pagina alle nuove sfide del colosso da 1,8 miliardi di euro (questo il dato sui ricavi 2012, ma secondo quanto riportato dal quotidiano il 2013 si è chiuso con un -10%), a partire dal passaggio di testimone alla presidenza.

 

Sfumata l'ipotesi Bruno Sälzer, che circolava a febbraio dopo che il manager aveva lasciato Escada, in pole position ci sarebbe un veterano come Gianni Mion, cui spetterebbe il difficile compito di traghettare l'azienda verso il futuro.

 

La parola chiave del nuovo corso, in base a quanto riportato dal giornale milanese, sarebbe "masstige" (fusione di mass market e prestige), ossia un prodotto più ricercato, in grado di esprimere il concetto di italianità per lo meno nello stile e una comunicazione più sofisticata, a livello sia di campagne che di negozi.

 

L'ultimo store aperto in ordine di tempo è quello di via Mazzini angolo piazza Duomo a Milano, il cui re-opening è accompagnato dall'immagine di Elettra Wiedemann, somigliantissima alla madre Isabella Rossellini in una foto che la ritrae con un look semplice ma elegante.  

 

Domani, dunque, i risultati sul fiscal year, sui quali comunque l'a.d. Biagio Chiarolanza non drammatizza, ricordando che nel periodo considerato sono stati chiusi parecchi negozi e sono stati dismessi marchi minori.

 

Il 2014 dovrebbe essere un anno di transizione in attesa del 2015 in cui, come sottolinea La Repubblica, i rami dedicati a immobiliare, produzione industriale e versante commerciale saranno tre società indipendenti e con propri bilanci.

 

Si delineeranno scenari diversi, che non escluderebbero l'ingresso di soci industriali e, forse, il progetto di un ritorno in Borsa (nella foto, la sede di Benetton a Ponzano Veneto). 

 

stats