INDISCREZIONI

Nel mirino del Qatar ora ci sarebbe House of Fraser

Gli investitori del Qatar starebbero valutando l'acquisizione di House of Fraser, con un'operazione da 300 milioni di sterline: la notizia si sta diffondendo a macchia d'olio in Gran Bretagna, dove l'emirato può già contare su un altro iconico department store, Harrods, acquisito nel 2010.

 

Nessun commento, per ora, da parte dei vertici del retailer, fondato 164 anni fa con il nome di Arthur & Fraser, anche se pare che le trattative siano già in corso. Oggi House of Fraser - che fa capo al consorzio Highland Group - è sinonimo di 62 negozi tra Regno Unito e Irlanda, una superficie complessiva di vendita pari a poco meno di 500mila metri quadrati e ricavi superiori a 1,3 miliardi di sterline l'anno, anche se con un consistente debito netto.

 

A dicembre 2012 si era parlato di un interesse nei confronti della società da parte di Mike Ashley, numero uno di Sports Direct. D'altro canto, il mese scorso si è sparsa la voce che i mediorientali (già detentori, oltre che di Harrods, del 26% di Sainsbury's) avessero puntato gli occhi su Marks & Spencer. Intanto in Francia si preparano ad accaparrarsi Printemps.

 

Una curiosità: nel 1959 era stato lo stesso House of Fraser a impossessarsi di Harrods, ma i loro destini si erano divisi nel 1985, quando quest'ultimo era passato sotto l'egida della famiglia Al Fayed.

 

stats