INDISCREZIONI

Style Capital: voci di interesse per Carven

Dopo essersi accaparrato il 32% dell'azienda cui fa capo la griffe Msgm, Style Capital avrebbe messo gli occhi su Carven, attualmente nell'orbita del gruppo asiatico Bluebell. Ma il fondo di investimenti guidato da Roberta Benaglia potrebbe avere ambizioni ancora più alte: si accenna a un interessamento per Stella McCartney, la cui separazione da Kering è data per imminente.

 

Per ora si resta nell'ambito delle voci di stampa - l'indiscrezione è stata lanciata da MFF - ma visto il dinamismo mostrato soprattutto negli ultimi tempi da Style Capital, le manovre di avvicinamento verso Carven potrebbero essere più di un semplice rumour.

 

Se poi fosse vera l'altra ipotesi, ossia la possibilità di un deal con la stilista britannica in odore di separazione da Kering, per Benaglia si tratterebbe del classico colpo grosso.

 

Storica maison francese (la fondò nel 1945 Carmen de Tommaso), Carven è ora nelle mani di Bluebell, che l'ha rilevata nel 2016 dalla Société Beranger di Henri Sebaoun.

 

Nel 2008 il manager aveva acquisito con il cugino Marc Sztykman il marchio nel 2008, dopo che aveva subito alcuni passaggi di mano e si trovava in una condizione di declino.

 

La scelta di mettere Guillaume Henry a capo dello stile si è rivelata azzeccata: direttore creativo dal 2010 al 2015, ha saputo ridare verve alla label e nel 2012 ha portato Carven sotto i riflettori di Pitti Uomo. A un certo punto si è profilato anche un ingresso in Borsa della griffe, che però non si è mai concretizzato.

 

Il sodalizio di Carven con Henry si è interrotto nel 2015, quando gli sono subentrati Alexis Martial e Adrien Caillaudaud. Questi ultimi hanno ceduto il testimone nel gennaio 2017 a Serge Ruffieux.

 

La linea maschile, di cui inizialmente si occupava lo stesso Henry, è stata congelata nel 2016, con la separazione da Barnabé Hardy, creative director del menswear per un solo anno (nella foto, l'inverno 2018/2019 di Carven).

 

stats