ITINERARIO A MILANO

In città sfilano i nuovi negozi

Il centro di Milano si fa bello per l'arrivo di stampa e buyer, da oggi in città per le sfilate di prêt-à-porter donna. Sono tante le novità sul fronte retail, fra debutti, riaperture e cambi d'indirizzo (nella foto, Max & Co. in corso Vittorio Emanuele).

 

Via Montenapoleone, che in parte è ancora un cantiere a cielo aperto, fa comunque la parte del leone. La boutique Bruno Magli presenta il nuovo look all’angolo con via Manzoni, Breguet è sbarcato al civico 19 e Henry Beguelin al 9. È invece in dirittura d’arrivo il rinnovo di Cartier (che riaprirà il prossimo mese), così come è previsto per il 10 ottobre il reopening di Christian Dior al numero 14 (dopo oltre un anno di chiusura). Al civico 12 è atteso il debutto, entro fine settembre, del flagship di Burberry (e non si sa quale sarà il futuro dello store di via Verri), mentre a fianco solo in primavera verrà svelato il nuovo Hermès: in questo caso si può ipotizzare che la location in via Sant’Andrea, di proprietà della maison francese, verrà destinata  alla linea Shang Xia. Sempre in Montenapo hanno chiuso i battenti Miss Sixty e Saint Laurent Paris: quest’ultimo aprirà un temporary in via Gesù nell’ex Brioni Donna. In via Sant’Andrea, invece, la notizia che fa più scalpore è l’arrivo (probabilmente nel 2013) di Bottega Veneta negli ex spazi di Gianfranco Ferré. Di fronte, Ballantyne lascia il posto a Stuart Weitzman, che inaugurerà la prossima estate. Moschino, invece, festeggia venerdì il completo restyling del suo monomarca, firmato dall’architetto Michele De Lucchi e giocato sempre sull’ecletticità del marchio. Nella vicina via Spiga, lo store Prada Accessori Donna si è adeguato all’attuale concept del brand.

 

Intanto al civico 1 esordisce oggi Herno, che punta su un concept riprodotto e riproducibile anche nei monomarca, mentre al numero 9 ha riaperto con un inedito concept il brand di borse e accessori Colombo Via della Spiga: 130 metri quadri su due livelli disegnati dagli studi Liverani-Molteni e Storage Architetti di Milano. Al 19, invece, il giorno 21, si festeggia Belstaff (100 metri quadri nell’ex Armani Accessori): l’ambientazione prende spunto dall’eredità della label, fortemente ispirata al mondo del motociclismo e alla ricca storia architettonica e decorativa inglese. Poco distante, al 25, è approdato Philipp Plein: lo spazio di 50 metri quadri è stato progettato dallo studio di architettura AquiliAlberg.

 

In corso Matteotti, al civico 42, la griffe di childrenswear Simonetta brinda il 24 settembre al remake del suo shop, mentre nell’ex Armani Casa, all’angolo con via Pisoni, è annunciato l’arrivo di Elisabetta Franchi (probabilmente entro l’anno). Ancora: all’angolo con via Bigli Wolford propone un nuovo format e più avanti, al 16/a, si trova il primo Fgf store meneghino, con in vendita le collezioni adulto dei brand Blauer, C.P. Company e Bpd Be Proud Of This Dress. Nella vicina via Verri, il primo monomarca italiano di Agent Provocateur (già presente con uno shop in shop all’interno de La Rinascente Duomo) accoglie la clientela in un ambiente di 100 metri quadri giocosamente provocante, mentre Cruciani riaprirà dopo una ristrutturazione forse in ottobre. In corso Matteotti, angolo via San Pietro all’Orto, il flagship di Harmont & Blaine fa bella mostra di sé: oltre 500 metri quadri, sviluppati su tre livelli, con sei ampie vetrine. Sull’angolo opposto (ex Chicco) una cesata annuncia il prossimo inquilino, Versace Collection. Al civico 18, sempre di corso Matteotti, sabato 22 verrà svelato il nuovo store di Just Cavalli: lo spazio, di 450 metri quadri, segna il rilancio del brand ed è avviato in collaborazione con Staff International. Borbonese, al numero 8, ha rimandato l’opening al 2013 e mantiene un temporary in via Borgonuovo 1.

 

La novità di corso Vittorio Emanuele è invece il restyling del monomarca Max & Co.: 850 metri quadri ripensati da giovani talenti, con l’obiettivo di proporre un’innovativa shopping experience e creando un dialogo costante tra interni ed esterni. Quasi di fronte, il negozio Liu Jo ha riaperto i battenti con una superficie più che raddoppiata (da 165 a 350 metri quadri), diventando il più grande shop del marchio. Infine, è on schedule domenica 23 l’inaugurazione dell’ex D&G di corso Venezia 7, trasformato in un inedito concept Dolce & Gabbana: al momento in cui scriviamo si sa solo che un piano è dedicato al bambino e un altro alle collezioni uomo e donna (da oggi il soft opening).

 

stats