In Francia

Lanvin: Bouchra Jarrar non convince, previsto aumento delle perdite

Il nuovo corso di Lanvin sotto la direzione creativa della designer Bouchra Jarrar - succeduta ad Alber Elbaz nel marzo 2016 - non starebbe dando i risultati sperati. La maison francese potrebbe chiudere il 2017 con 27 milioni di euro di perdite.

 

Come riporta Reuters, che cita fonti vicine alla società, nel 2016 le perdite ammontavano a 18,3 milioni di euro, dai 6,3 milioni di utili del 2015. Lo scorso anno i ricavi sarebbero diminuiti del 23% a 162 milioni di euro (nel 2012 avevano toccato un massimo storico a 235 milioni). La prima collezione di Bouchra Jarrar sarebbe andata «molto male» e la seconda «non bene».

 

In gennaio la maison - una delle più longeve di Francia, dove impiega 300 addetti - avrebbe incaricato la società di consulenza Long Term Partners di svolgere una verifica che avrebbe portato alla chiusura di vari store.

 

La cura dimagrante pare preveda anche una riduzione degli investimenti nel retail e nelle spese di pubblicità, oltre al licenziamento di nove persone. Alcuni impiegati se ne starebbero invece andando spontaneamente.

 

L'azionista di controllo, la 75enne cinese Shaw-Lan Wang, magante dei media con base a Taiwan, da anni frenerebbe gli investimenti nel brand. Anche quelli del socio, l'investitore privato Ralph Bartel, in possesso del 25% del capitale della casa di moda, che se immettesse nuova liquidità andrebbe a diluire la quota di Wang (nella foto, la sfilata per l'autunno-inverno 2017/2018).

 

stats