In Italia

Brugnato 5Terre Outlet Village: opening in progress e l’avvio della fase due

A due anni dall’apertura, Brugnato 5Terre Outlet Village annuncia nuovi opening in giugno e l’avvio della seconda fase - con 17 ulteriori unità - che debutterà tra fine anno e la primavera 2017. Il rilancio della struttura si deve all’accordo di gestione con il gruppo internazionale Ros Retail Shopping Outlet.

 

Come ha comunicato ieri 9 giugno, alla conferenza stampa tenutasi a Milano, Cesare Nonnis Marzano, managing director e partner Italia di Ros Retail Outlet Shopping: «Sono previsti diversi nuovi ingressi nell’outlet village entro l’estate con nomi importanti che andranno a completare le inaugurazioni della prima fase».

 

L’offerta del village a prezzi vantaggiosi, che si trova a due passi dalle Cinque Terre e dalla Versilia, si è arricchita all’inizio del mese di insegne comeStefanel, 120% Lino, Triumph e Primadonna.

 

Oggi, 10 giugno, debuttano i monomarca di Custo Barcelona e Cromia e il 16 aprirà lo store Twin-Set Simona Barbieri.

 

Dall’apertura, nell’aprile del 2014, hanno visitato Brugnato 5Terre oltre 3,5 milioni di persone, il primo trimestre 2016 si è chiuso con un incremento dei visitatori del 30% rispetto allo stesso periodo del 2015 e un aumneto del fatturato del 35%.

 

«Esiste comunque un enorme potenziale di crescita ancora da esprimere – ha detto Cesare Nonnis - sfruttando i principali asset dell’outlet village: un bacino di circa 2,4 milioni di residenti che va da Genova alla Versilia, cui si aggiungono i flussi turistici estivi».

 

Importante anche la vicinanza del porto di La Spezia, dove attraccano navi da crociera, con le quali il centro ha stipulato diversi accordi, così come il festival musicale estivo con undici serate da giugno a settembre animate da importanti nomi del panorama musicale italiano.

 

Attualmentel’outlet center conta 70 negozi - di marchi come Baldinini, Borbonese, Conte of Florence, Fabi, Manila Grace, Marina Militare, Nike, Puma, Polo Ralph Lauren e US Polo - e occupa circa 400 persone, incluso l’indotto. Il completamento della seconda fase porterà circa 100 nuovi posti di lavoro.

 

stats