In libreria?

Roberto Cavalli arriva in libreria con "Just me"

Roberto Cavalli si racconta in "Just me", l'autobiografia edita da Mondadori, presentata questa mattina a Milano. Nel volume lo stilista non nasconde nulla: i successi, le sconfitte, le intuizioni, gli aspetti più intimi della sua vita senza censure.



"Il mio libro - ha raccontato il designer alla stampa - vuole essere un monito ai giovani, e io ero uno di loro, perché si diano da fare sempre, non perdano mai la speranza". Da bimbo balbuziente con pessimi risultati scolastici, Cavalli ha poi affrontato la vita con voglia di rivincita, di riscatto. L'argomento "moda" è affrontato, ma soprattutto per descrivere quel che succede dietro le quinte. "Non chiamatemi stilista, perché non sono mai stato in grado di disegnare una silhouette", scrive Cavalli.



Firenze è coprotagonista insieme a Cavalli della sua autobiografia. È la città che "tanto mi ha aiutato", dice lo stilista, e sulla quale non nasconde critiche a Matteo Renzi (al suo fianco alla presentazione del libro) come concedere che lo storico ex cinema della città diventasse uno store di Hard Rock Cafè. "Cavalli - ha detto il sindaco di Firenze - è un uomo che da via Marigliano, non proprio nel centro della città, ha saputo parlare al mondo con il linguaggio della moda. La sua è una storia di speranza e ottimismo".

 

 

stats