Inaugurazioni

Per Emilio Pucci l'opening di avenue Montaigne è solo una tappa

Con un cocktail e un after dinner party, animato da una performance live di Solange Knowles, la maison Emilio Pucci ha festeggiato nel weekend l'opening  del nuovo flagship store parigino, in avenue Montaigne, ai civici 46-48.

 

La boutique, che occupa una superficie di 160 metri quadri, sostituisce quella precedente, ubicata nella medesima via, al civico 36, scegliendo una veste molto più sofisticata, il cosiddetto concept Palazzo che richiama lo stile della maison, ideato dal direttore creativo Peter Dundas, insieme all'architetto Joseph Dirand.

 

Dopo l'inaugurazione di New York, nel novembre 2012, nuovi punti vendita a gestione diretta sono stati aperti in tutto il mondo, tra cui Miami, Osaka, Tokyo, Roma, Shanghai. In parallelo, sono sorti numerosi spazi in franchising a Londra, San Pietroburgo, Kuala Lumpur, Kuwait City, Doha, Mosca, Nuova Delhi e Abu Dhabi, per un totale di 50 vetrine a livello internazionale.

 

“È un momento di grande fermento per la crescita di Pucci - ha spiegato Alessandra Carra, amministratore delegato della maison -. Negli ultimi due trimestri la nostra strategia retail ha vissuto un periodo di grande slancio e continueremo a concentrarci sia sulle capitali della moda, sia sui mercati emergenti di tutto il mondo. Parigi è solo una tappa del nostro viaggio”.

 

Come si legge in un articolo dell'Ansa, la previsione è di arrivare a quota 60 negozi entro il 2014. Sarebbero in programma due opening a Pechino, un secondo shop a Shanghai e poi inaugurazioni anche in Usa, Brasile, Medio Oriente. Una vivacità che si rispecchia nell'evoluzione della maison: la crescita nell'anno in corso avrebbe superato infatti il 20%, con il fatturato realizzato per un quarto negli Stati Uniti, per il 20% in Giappone e per il 50% in Europa, compresa l'Italia, che rappresenta da sola il 14% del giro di affari.

 

“La boutique di Parigi è di forte impatto, si estende su un’ampia superficie e offre un ambiente raffinato, molto appropriato per il brand - ha sottolineato Laudomia Pucci, deputy chairman e image director della griffe -. È bellissimo vedere il prodotto prendere vita in uno spazio sofisticato, che lo metta in risalto e gli permetta di splendere”.

 

stats