Interviste

Stone Island: con la campagna vendita record vola verso i 100 milioni nel 2016

Mentre molti marchi del menswear fronteggiano conti in frenata, dovuti al calo di alcuni mercati strategici, Stone Island continua a volare. Il patron Carlo Rivetti festeggia la conclusione della miglior campagna vendita degli ultimi 10 anni (+26%), che porterà il brand per la prima volta a superare i 100 milioni di fatturato.

 

«Per Stone Island già il 2015 è stato eccezionale - dice Rivetti -. Quest'anno, sulla base dell'ordinato dell'autunno-inverno 2016/2017, contiamo di fare ancora meglio e di superare il tetto dei 100 milioni di euro di fatturato. Quasi +20% rispetto al 2015 (archiviato a 87 milioni, ndr)».

 

«Anche l'ebitda è in forte crescita - precisa -. Cresciamo in tutte le aree geografiche, con l'Italia che resta primo mercato e in tutte le categorie di prodotto: anche la linea Junior fa il +30%».



Carlo Rivetti, presidente e amministratore delegato di Sportswear Company a cui il marchio fa capo, snocciola con orgoglio i risultati registrati nella showroom di via Savona durante l'ultima campagna vendita, conclusasi poche settimane fa.

 

Il team di designer da lui capitanati è già al lavoro sulla collezione estiva, «che ormai pesa per il 45% sul nostro giro d'affari, a dimostrazione che non siamo un marchio mono-prodotto e mono-stagione».



Il percorso di crescita è organico, aggiunge Rivetti, con 19 negozi monomarca nel mondo, a cui si aggiungerà entro l'estate anche quello di New York in Greene street.

 

«Anche il wholesale - sottolinea - ha registrato un ottimo andamento e continueremo a valorizzare questo canale, anche se stiamo applicando una strategia sempre più selettiva».


Tutto va per il meglio, grazie al focus sull'innovazione di un marchio che ha fatto la storia dello sportswear Italiano, ma che ha saputo rinnovare i suoi codici con collaborazioni speciali, come quelle con Nike e Supreme.

 

«Ma questa crescita - conclude Rivetti - ci impone anche forti investimenti. Siamo passati da produrre 800mila capi a 1 milione e 200mila e questo ci ha portato ad ampliare lo stabilimento di Ravarino. Qui a luglio inaugureremo un nuovo spazio per il magazzino tessuti e il servizio assortimento» (nella foto, un look della collezione autunno-inverno 2016/2017).

 

stats