Interviste

Ujoh pronto per la prova dell'Armani/Teatro con il suo stile mannish

Mannish e minimal è il mantra della moda di Mitsuru Nishizaki, stilista giapponese fondatore del marchio Ujoh, che sarà protagonista domani all'Armani/Teatro, ospite di Re Giorgio, con la collezione autunno-inverno 2016/2017, pronta ad aprirgli le porte dei multimarca italiani, dopo aver conquistato le vetrine più all'avanguardia di Tokyo e I.T a Hong Kong.

 

«Sono molto onorato di poter presentare la mia collezione su una passerella così prestigiosa», ha raccontato lo stilista giapponese che per otto anni, prima di lanciare il suo marchio, ha lavorato nell'ufficio stile di Yohji Yamamoto, in un'intervista pubblicata sul numero attualmente in distribuzione di Fashion.

 

Alla domanda se dopo l'invito a sfilare all'Armani/Teatro, avesse deciso di cambiare qualcosa nella sua collezione, ha replicato sicuro:  «Sostanzialmente no. Penso che questa sia un'opportunità tutta mia. Non c'è stato bisogno di costruire la collezione in modo diverso. La mia priorità è quella di mostrare al meglio tutto il mio universo».

 

In realtà per Ujoh non si tratta di un vero debutto a Milano, visto che il marchio sei mesi fa faceva parte della selezione del Fashion Hub Market della Camera Nazionale della Moda. «Milano - ha concluso - si sta rivelando una città "super" per le attività di scouting e supporto alle nuove generazioni. Spero che prosegua su questa strada».

 

stats