Legal affair

La guerra dei Richmond continua: Moschillo indagato

Saverio Moschillo, sua figlia Alessandra e il legale rappresentante della società del Richmond Café di via Gioia a Milano, sono indagati nell'inchiesta della Procura di Milano sulla "guerra" in corso da ormai più di un anno tra l'imprenditore irpino Moschillo e lo stilista John Richmond, ormai ex soci.



Il pm Francesco De Tommasi contesta loro, a vario titolo, le accuse di contraffazione e imitazione del marchio ed elusione dei provvedimenti cautelari disposti, in sede civile, a tutela dei diritti di proprietà intellettuale.



Nel giugno 2016 il Tribunale aveva negato l'uso del brand Richmond a Moschillo, «con effetti estesi all'intero territorio della Ue»: un diktat che sarebbe stato disatteso da Moschillo, che avrebbe utilizzato illecitamente il marchio per l'insegna del locale notturno di via Melchiorre Gioia.



Secondo il pm, che nei giorni scorsi aveva disposto il sequestro di capi d'abbigliamento e merci per un valore di 500mila euro, nella showroom dello stesso Moschillo sarebbe stata venduta merce con marchio Richmond contraffatto o imitato.

 

 

stats