Lusso e sostenibilità

Kering resta leader nell'indice Dow Jones Sustainability

L'indice Dow Jones Sustainability (DJSI) promuove a pieni voti Kering (tra i brand in portafoglio Gucci, Bottega Veneta, Saint Laurent e Puma) per l'approccio sostenibile al business. Per il secondo anno consecutivo è leader nel segmento "Textiles, Apparel & Luxury Goods".

 

Come si legge in una nota, Kering ha migliorato i risultati del 2014 è ha raggiunto il punteggio massimo (in base a 19 stringenti criteri di valutazione) in diversi ambiti, compresi il supply chain management, lo stakeholder engagement, l'environmental reporting e il social reporting.

 

Il gruppo francese guidato da François-Henri Pinault (nella foto), ha raggiunto il punteggio pieno anche per il suo approccio in ambiti quali la product stewardship, il codice di condotta e la compliance nonché la corporate citizenship e le attività filantropiche.

 

Il DJSI World & Europe è un indicatore, rappresentativo di 24 settori industriali, che tiene conto delle performance, sul fronte della sostenibilità (economica, sociale e ambientale), di alcuni tra i 2.500 maggiori gruppi mondiali che rientrano nel Dow Jones Global Total Stock Market Index.

 

Di fatto, solo il 10% di queste società, in base a una selezione curata da RobecoSAM (investitore istituzionale focalizzato sui business sostenibili), entra a far parte dell'indice della sostenibilità di Dow Jones, che di recente ha accolto nel suo paniere anche il gruppo britannico del lusso Burberry.

 

stats