Luxury Multibrand

Camera Buyer: Mario Dell’Oglio presidente anche per il prossimo biennio. In arrivo un project manager

L’assemblea di Camera Italiana Buyer Moda - che riunisce 118 tra i migliori multimarca della Penisola - ha riconfermato Mario Dell’Oglio alla presidenza, fino all’estate 2018. Beppe Angiolini resta presidente onorario. Entrano nel consiglio direttivo Jacopo Tonelli di L’Inde Le Palais e Maurizio Coltorti di Coltorti Boutiques. In arrivo un project manager.

 

Elezioni di mezzo mandato per la Camera Buyer, che di solito non prevedono stravolgimenti alla guida dell’associazione.

 

A Mario Dell’Oglio, dei negozio Dell’Oglio a Palermo, è stata infatti riconfermata la fiducia: «I primi due anni mi sono serviti per mettere le fondamenta dello sviluppo che intendo portare avanti, coadiuvato dall’assemblea, nei prossimi due» premette a fashionmagazine.it il dettagliante siciliano.

 

 «A livello operativo abbiamo appena inaugurato la nostra nuova sede in via Tortona 27 - spiega Dell’Oglio -. In settembre invece comunicheremo il nome del project manager che ci aiuterà concretamente nello sviluppo dei progetti».

 

La nomina di una figura esterna ai negozianti è un passo storico per la Camera che, fino dalla fondazione nel Duemila, è sempre stata gestita esclusivamente dagli associati.

 

«Il nuovo manager ci permetterà finalmente di realizzare una serie di iniziative, lasciando alla presidenza il presidio delle attività istituzionali – aggiunge -. L’obiettivo del prossimo biennio è la massimizzazione della visibilità delle insegne che fanno parte del network The Best Shops (il braccio operativo della Camera, ndr) in tutti gli ambiti - dal digitale alla stampa, dalle relazioni con i brand a quello con le istituzioni - e la facilitazione del lavoro dei buyer».

 

Nel consiglio direttivo entrano Tonelli (Bologna) e Coltorti (Iesi), mentre escono Francesco Galli di Folli Follie (con sede a Mantova) e Alessandro Belardinelli di Rail a Brescia. Quest’ultimo resta come consigliere indipendente insieme ad Alessandro Caron, di Caron ad Arona (No).

 

stats