Luxury Multibrand

Folli Follie: il new deal parte da Mantova. In arrivo l’e-commerce

Con un’immagine rinnovata e l’ampliamento a 800 metri quadri del multimarca di Mantova inizia un nuovo corso per l’insegna di luxury multibrand Folli Follie, che fa capo alla famiglia mantovana Galli. Novità anche sul fronte digitale, con il debutto del sito e in gennaio dell’e-commerce. Forse l’approdo a Milano e Roma.

 

Dopo 40 anni di un percorso di successi partito da Mantova - con una boutique prima di accessori e gioielli, poi anche di abbigliamento - e sviluppatosi a Verona, Brescia, Bologna, Riccione e, di recente, in partnership a Torino, il network delle sette boutique Folli Follie si rifà il look, mantenendo saldi i principi di esclusività, eccellenza e servizio da sempre alla base dell’attività.

 

«Abbiamo cambiato il volto del nostro punto vendita di Mantova - premette l’a.d. Francesco Galli - che è passato da 350 a 800 metri quadri, 600 dei quali dedicati al womenswear e i restanti al menswear, creando due ingressi separati. Anche se all’interno gli spazi rimangono comunicanti per permettere la condivisione dell’esperienza».

 

«Alla base del progetto di ristrutturazione, realizzato con lo studio Baciocchi Associati - aggiunge Francesco - l’idea di creare uno spazio accogliente, al contempo unico e ispirato a un museo-galleria d’arte, che invogli tutte le persone a entrare, giovani e meno giovani. Inoltre abbiamo inserito una nuova area beauty per arricchire l’offerta. Zone lifestyle ad hoc verranno aggiunte  in tutti i nostri negozi».

 

Un’altra novità del luxury store è l’introduzione di shop in shop: «Pur mantenendo la nostra identità di multimarca, desideriamo valorizzare i brand più importanti con spazi dedicati. Siamo partiti con Valentino e seguiranno in primavera altri due marchi, probabilmente tra Christian Dior Donna, Saint Laurent e Céline» precisa Giuseppe Galli, presidente del gruppo.

 

Folli Follie - che prevede di chiudere il 2016 in crescita del 14%, rispetto ai 100 milioni di fatturato del 2015, con un’offerta di 120 brand donna e 80 uomo e oltre 100 dipendenti - ristrutturerà tutte le boutique del network: «Il prossimo step sarà a fine febbraio a Bologna dove cambieremo la location, passando in un palazzo di circa mille metri quadri in via Clavature».  

 

Ma i progetti non finiscono qui. «Abbiamo appena inaugurato il nostro nuovo sito e in gennaio partiremo con l’e-commerce Thedoublef.com, che sarà gestito nella nostra sede di via Piranesi a Milano» spiega Francesco Galli.

 

Tornando a parlare di retail fisico, «stiamo pensando con interesse a una location a Milano e Roma, prima di fare il grande salto in una delle capitali estere» conclude Galli.

 

stats