M&A

Anche Lvmh tra i pretendenti di Pomellato?

Mentre Ppr, che ha appena annunciato il cambio di nome in Kering, è data per prossima alla chiusura dell'acquisizione dei gioielli Pomellato, alcuni rumors ipotizzano l'interesse di un altro potenziale compratore, il gruppo rivale Lvmh.

 

Secondo il quotidiano Il Sole 24 Ore, la società guidata da François Henri-Pinault, assistita da Mediobanca, avrebbe già terminato la due diligence e sarebbe la più prossima al closing. Il colosso del lusso di Bernard Arnalut, con l'assistenza di Socété Générale, si starebbe a sua volta preparando a lanciare un'offerta.

 

L'azienda orafa milanese, che più volte nei giorni scorsi ha fatto sapere di voler puntare al collocamento in Borsa, sarebbe valutata intorno a 350 milioni di euro, cioè circa 15 volte l'ebtda 2011. Controllata dalla famiglia di Giuseppe Rabolini (con il 71%), in passato avrebbe ricevuto le avance, mai ufficializzate, della famiglia Damiani (che ha già il 18% del capitale), di Swarovski e Prada.

 

stats