M&A

Calzedonia partner degli abiti da sposa Aimée

Il Gruppo Calzedonia di Sandro Veronesi è entrato nel capitale della Aimée Spa, azienda mantovana sinonimo di abiti da sposa di alta gamma, con una quota pari al 40% del capitale. Il resto delle quote resta nelle mani della famiglia Kissing.

 

Lo riporta la Gazzetta di Mantova, mentre dal Gruppo Calzedonia non hanno "nulla da dichiarare" in merito all'operazione, che aumenta il capitale sociale della Aimée da 850mila e un milione e 275mila euro. Come riporta la testata locale, nel 2012 il produttore di abiti da sposa fatturava 8 milioni di euro (dai 12 del 2010) e mostrava un bilancio in perdita per 2,8 milioni di euro (da un precedente utile di 114mila euro).

 

«Il nostro desiderio - dichiara alla Gazzetta di Mantova Matthias Kissing, socio e consigliere delegato della società - era da tempo quello di trovare un partner adatto, per affrontare le sfide del futuro e del mercato globale». A proposito del nuovo corso della maison dice: «Decideremo le strategie passo a passo. Ma pensiamo a un rafforzamento manageriale, a nuovi investimenti nella distribuzione e nel marketing e a un ampliamento delle linee di prodotti, per rafforzare l'azienda e continuare a mantenerla una proposta forte del made in Italy».

 

Aimée è stata fondata nel 1961 da Rosa e Alfred Achberger, industriali tedeschi attivi nella produzione cappelli e abiti da sposa. La famiglia Kissing è entrata nel capitale negli anni Ottanta. Attualmente la società è gestita da Matthias Kissing e dalla moglie Lucia Zanotti, consigliere delegato e direttore creativo della società, con all'attivo collaborazioni per Gianni Versace, Enzo Fusco per Lancetti e, più di recente, Dolce & Gabbana, Alberta Ferretti e Gucci.

 

stats