M&A

Harmont & Blaine tratta in esclusiva con Clessidra l'ingresso nel capitale

Harmont & Blaine ha scelto di trattare in esclusiva con Clessidra Sgr per la cessione di una quota di minoranza. «Abbiamo individuato un fondo che riteniamo idoneo a supportare il nostro piano di crescita» ha commentato l'amministratore delegato Domenico Menniti.



L'eventuale ingresso di un nuovo socio avverrà attraverso un aumento di capitale riservato e interesserà una quota minoritaria del capitale dell'azienda proprietaria del marchio del Bassotto. «In questa fase - ha proseguito Menniti - verificheremo insieme al potenziale partner la convergenza sulla strategia e sulle linee di crescita dell'azienda, al fine di consolidare la leadership nel settore del casual sportswear».



L'obiettivo è di chiudere le trattative entro il primo semestre dell'anno. Un partner finanziario consentirà ad Harmont & Blaine di accelerare e consolidare il percorso di crescita estera, con l'obiettivo di incrementare significativamente il fatturato nel prossimo triennio e dotare l'azienda della massa critica necessaria per competere sui mercati internazionali, favorendo un progressivo riequilibrio dei ricavi tra Italia ed estero.



Harmont & Blaine, assistita nell'operazione dall'advisor finanziario UBS Corporate Advisory Group e dall'advisor legale Bonelli Erede Pappalardo, conta 71 milioni di euro di fatturato nel 2013 e 500 dipendenti.  Nell'attesa del nuovo investitore, il brand prosegue la sua attività di investimento e il 10 aprile inaugurerà un nuovo flagship store a Mosca.

 

 

stats