M&A

Lafuma: nulla di fatto con E-Land e il titolo continua a perdere quota

Dopo la manifestazione di interesse espressa in settembre dal gruppo coreano E-Land nei confronti di Lafuma, le trattative si sono interrotte con un nulla di fatto. Lo specialista francese dello sportswear e dell'outdoor parla di "sinergie insufficienti per fare evolvere le strategie di sviluppo internazionale e il capitale della società".

 

Nei mesi scorsi la stampa francese aveva ipotizzato un'offerta di 35 euro per azione, che valorizzava Lafuma - proprietaria oltre che dell'omonimo marchio, anche di Oxbow, Eider, Millet, Le Chameau e Ober - circa 122 milioni di euro.

 

L'uscita di scena di E-Land, che controlla brand italiani come Mandarina Duck, Coccinelle e Sutor Mantellassi, ha scatenato le vendite sul titolo Lafuma che nell'ultima settimana ha perso il 10% del proprio valore e poco prima delle 17 di oggi segnava un -4% a 18,88 euro per azione. La capitalizzazione dell'azienda è 65,85 milioni di euro.

 

Secondo la stampa francese tra i prossimi piani di Lafuma c'è la ristrutturazione delle attività di Oxbow, che si tradurrà in un taglio dell'organico e della gamma di prodotti. La filiale del surfwear risente di un calo generalizzato dei consumi nel settore: nell'esercizio fiscale chiuso in ottobre ha subito un -16,4%.

 

stats