M&A

Tara Jarmon passa al fondo AMS Industries

La maggioranza del marchio francese di womenswear Tara Jarmon è passata nelle mani del fondo AMS Industries per una cifra non ancora resa nota. Il nuovo socio intende accelerare lo sviluppo internazionale del brand del lusso accessibile che conta 50 monomarca, 65 shop-in-shop ed è presente in 500 specialty store nel mondo.

 

In base a quanto riportato da Reuters, si stima che il fatturato retail del brand nel 2015 abbia raggiunto i 100 milioni di euro.

 

Il marchio di ready-to-wear nasce a Parigi nel 1986 dall'incontro del businessman David Jarmon e della creativa canadese Tara. Con la loro cessione della maggioranza del capitale inizia un nuovo corso per il marchio, che nelle parole del suo direttore generale, Francis Varesano, ha un potenziale di crescita all'estero importante.

 

Non si conosce il valore dell'operazione ma si sa che il management attuale, compresi i fondatori, manterrà le proprie posizioni.

 

L'acquirente AMS Industries è una società del private equity in capo a Jean-Paul Bize, che diversifica in vari settori tra i quali il lusso: in portafoglio ha i gioielli Poiray e le perle Tecla.

 

stats