MANAGER

Abercrombie & Fitch: Jeffries resta, ma con un contratto "riveduto e corretto"

 

Michael S. Jeffries, atto secondo: dopo che Engaged Capital, azionista di Abercrombie & Fitch, ha mandato una lettera al board puntando il dito contro il 69enne ceo, la società annuncia di avergli riservato un nuovo "employment agreement".

 

Alla scadenza dell'attuale contratto, il primo febbraio 2014, a Jeffries sarà applicata una formula «più semplificata, basata su compensi allineati con le performance e su incentivi in sintonia sia con il successo dell'azienda, sia con gli interessi degli azionisti», come spiega Craig Stapleton, lead independent director del board.

 

Stapleton tiene a precisare che «si deve a Mike la strategia di reinventare i marchi Abercrombie & Fitch e Hollister e di trainare la loro evoluzione, portandoli dalle cifre del 1992 (con ricavi pari a 50 milioni di dollari e 36 store sul territorio nazionale) agli attuali 4 miliardi di dollari e oltre, all'insegna di una presenza globale».

 

«Sono onorato di guidare Abercrombie & Fitch verso il futuro - afferma dal canto suo Jeffries - e di gettare le basi per un incremento del miglior team nel settore, facendo tesoro dell'impatto dei nostri iconici brand. Sono convinto che stiamo facendo i passi giusti, volti a generare valore per i nostri investitori e voglio esprimere la mia gratitudine sia ai soci, sia al board».

 

Il ceo traccia anche le coordinate strategiche per i prossimi mesi: aumentare la velocità di risposta alle richieste del mercato, concentrarsi di più sui brand, rivedere i costi, adattarsi ai cambiamenti dei mercati.

 

Un comunicato, comunque, parla chiaro sull'intenzione della company americana di «preparare candidati interni per il piano di successione», mentre è già stato dato mandato a Herbert Mines Associates di affiancare i vertici nella ricerca di personaggi esterni che vadano a ricoprire posizioni di leadership per le label ammiraglie, compresa Abercrombie Kids.

 

Non a tutti, comunque, piace la presa di posizione "morbida" nei confronti dell'a.d.: subito dopo l'annuncio di oggi, le azioni di A&F sono scese del 2% (nella foto, Michael S. Jeffries).

 

stats