Management

Guerra resta in Luxottica

Il suo nome era apparso nel toto-ministri del governo Renzi, per il dicastero dello Sviluppo economico. Ma l'a.d. di Luxottica, Andrea Guerra, non entrerà nella squadra: "Sono sereno e felice e rimango a fare il mio lavoro in questa bella azienda".

 

"Auguro tutto il bene possibile al nuovo governo che nascerà - ha dichiarato Guerra -. Io personalmente, insieme a Luxottica, farò sempre di tutto per contribuire all'evoluzione positiva del nostro Paese".

 

Una decisione, quella del manager, che sembra soddisfare anche la Borsa. Intorno alle 12 il titolo Luxottica registra un +1,98% a piazza Affari, dove viene scambiato a 39,62 euro per azione. Mentre prendeva piede l'ipotesi di un coinvolgimento di Guerra nella squadra di Matteo Renzi il titolo del gruppo dell'occhialeria aveva invece perso quota: -0,68% alla chiusura della seduta di giovedì scorso e -1,52% in quella di venerdì.

 

Per la poltrona di ministro dell'Economia si sono fatti anche i nomi di Lucrezia Reichlin (economista) e Fabrizio Barca (ex ministro della Coesione territoriale nel governo Monti e attuale direttore generale del Tesoro). Tra le new entry ci sono l'a.d. di Trenitalia Mauro Moretti e l'ex numero uno di Telecom Franco Bernabè.

stats