Mercato

L’export di occhialeria italiana sostiene il settore

Nel primo trimestre del 2012 le esportazioni di occhialeria italiana nel mondo sono cresciute del 4,7% rispetto allo stesso periodo del 2011. Analizzando le due principali voci del comparto, l’export di montature è progredito del 6,5%, mentre quello di occhiali da sole del 3,5%, per un valore complessivo di oltre 681 milioni di euro.

 

“Il trend di sviluppo, in linea con il clima economico generale, non è stato a due cifre, come eravamo abituati - ha detto il presidente di Anfao, Cirillo Marcolin -. Tuttavia si tratta di un ritmo degno di nota”.

 

In particolare, i flussi verso l’Europa (cui è destinato il 53% circa dell’export) fanno registrare un +2,4%, quelli verso le Americhe un +6% e, infine, quelli verso l’Asia un +5,6%. Oltreoceano è molto positiva la performance in fatto di ricettività degli Stati Uniti (+9,2%), mentre nel Vecchio Continente si impongono Germania (+10,9%) e Francia (+6,8%).

 

Vivace l’andamento nei cosiddetti Paesi emergenti: +20,4% in Brasile, +4,9% negli Emirati Arabi, +43,1% in Arabia Saudita, +17,5% in Corea del Sud e +68,4% in Cina. “È evidente - sottolinea Marcolin - che si tratta di mercati che per l’occhialeria sono ancora, in molti casi, potenziali, ossia con una quota ancora poco significativa sul totale. Sono però di aree sulle quali stiamo puntando, perché potranno diventare interessanti nel prossimo futuro, laddove le tradizionali aree di sbocco, non saranno più caratterizzate, come si prevede, da tassi di crescita considerevoli”.

 

La situazione relativa alla nostra nazione resta preoccupante, con un calo del 6% nel primo trimestre dell’anno in corso.

 

 

stats