Mercato

Tax free shopping: +32% in Italia nel 2012

Secondo Global Blue, il tax free shopping in Italia nel 2012 è cresciuto del 32%.  I russi restano big spender con una quota di mercato del 26%, seguiti dai cinesi, che assorbono il 16% della spesa. Lo scontrino medio è di 702 euro (+5%). Milano continua a essere la città più amata.

 

Il 73% del totale degli acquisti effettuati dai turisti extra Unione Europea riguarda il settore “moda, abbigliamento e pelle” e il 16% quello degli orologi e della gioielleria. La spesa media dei due comparti è rispettivamente di 639 euro (+2% rispetto al 2011) e di 3.054 euro (+15%).

 

Per quanto riguarda invece le nazionalità più coinvolte nello shopping nella Penisola, oltre a russi e cinesi, spiccano i giapponesi, che rappresentano l’8% del totale (+37%) e gli americani (il 6%, con un +22%).  Gli stranieri da Corea, Svizzera, Singapore, Taiwan e Brasile costituiscono ciascuno il 3%.  

 

Sul fronte delle location, Milano è ancora una volta in testa alla classifica, catalizzando il 33% dello shopping (via Montenapoleone è protagonista e al secondo posto si posiziona piazza Duomo). Seguono Roma (20%),  Firenze (9%) e  Venezia (7%).

 

Sempre brillante anche il business negli outlet village: lo scorso anno ha messo a segno un +54%.  Attualmente le cittadelle a prezzi scontati costituiscono il 16,63% del totale delle transazioni tax free, in incremento del 14,44% rispetto al 2011.

stats