Milano Fashion Week

Elisabetta Franchi si ispira alla prateria, mentre punta al mercato Usa

In attesa della sfilata di Elisabetta Franchi, in programma stasera alla Scuola Militare Teuilé, la fondatrice del brand del womenswear spiega di essersi ispirata alle donne americane che nella seconda metà del'800 hanno ottenuto il diritto al voto. Intanto il brand continua a espandere la rete retail.

 

Negli ultimi sei mesi il marchio ha aperto nuovi store nei centri di Napoli, Madrid, Varsavia, Mosca e Parigi e il prossimo mercato nel mirino sono gli Stati Uniti, dove è già apprezzato da celebrity come Sharon Stone, Lady Gaga, Kourtney Kardashian e Giulia Roberts.

 

Gli States sono anche l'ispirazione della nuova collezione. Elisabetta Franchi (nella foto) ha immaginato una donna che, con l'ottenimento del diritto di votare, si libera degli abiti tradizionali, pesanti e coprenti, per lasciare spazio alla leggerezza.

 

«La donna che più mi rappresenta - sintetizza - indossa una camicia in voile di cotone, una gonna al polpaccio e un cappello a falda larga». Questa transizione sarà simboleggiata in passerella dalle modelle che escono da una prateria virtuale. 

 

L'azienda, che ha chiuso il 2016 con 102,3 milioni di euro di ricavi (dai 101 del 2015) e un ebitda margin del 20,1% (dal 18,2%), conta in Italia 1.100 negozi multimarca, 22 monomarca e tre corner. I mercati esteri di riferimento sono Europa, Unione Sovietica, Medio Oriente e Cina.

 

stats