Milano Fashion Week

La prima volta di Aspesi a Milano Moda Donna

L'obiettivo di imprimere ad Aspesi una svolta più internazionale non poteva che portare il brand, guidato da Fabio Gnocchi, a prendere parte per la prima volta nella sua storia a una manifestaziona globale come la fashion week milanese, dove è stata presentata la collezione donna primavera-estate 2018.

 

Le novità sono tante, a cominciare da un nuovo team stilistico: la supervisione della collezione resta ovviamente un compito di Alberto Aspesi, ma a disegnarla non è più Lawrence Steele.

 

«Abbiamo un nuovo stilista - racconta Gnocchi, da aprile ceo del brand - ma è presto per fare il nome. Questa è una collezione di passaggio: per gli annunci ci sarà tempo la prossima stagione».

 

Aspesi è passato sotto il controllo del fondo italiano Armònia Sgr, che dallo scorso dicembre ne ha acquisito la maggioranza, introducendo subito molte novità, «a cominciare dalla partecipazione a Milano Moda Donna, che per il brand è un vero debutto. Farsi conoscere fuori dal nostro mondo non è mai stata una priorità, ora lo è», commenta Gnocchi (ex Etro e Cucinelli), anticipando che anche la collezione uomo sarà oggetto di una presentazione alla prossima fashion week.

 

In questi mesi Gnocchi ha messo a punto la squadra, introducendo nuovi manager a presidiare il marchio, fondato a Legnano negli anni Settanta, e concentrandosi sul wholesale, un canale che vale il 60% del fatturato.

 

«Abbiamo 600 clienti sparsi nel mondo, in un numero in crescita - informa -. Il progetto di trasformare Aspesi da semplice prodotto a marchio lifestyle ha portato di fatto a un upgrading dei nostri clienti plurimarca».

 

L’idea è di inaugurare nuove vetrine a Parigi o New York, ma in un secondo momento: «Presto ritoccheremo il negozio del capoluogo lombardo, che ha ripreso a crescere nell'ultima stagione», afferma Gnocchi, che conta di archiviare il 2017 con una sostanziale stabilità dei conti, ma di iniziare a vedere i primi frutti del lavoro svolto «già dal 2018».

 

stats