Milano Moda Donna

Tatras: per il debutto retail in Europa sceglie la fashion week

Tatras, il brand di piumini che unisce l'expertise produttiva italiana al design e alla ricerca giapponese, apre domani 24 febbraio, a Milano, in via della Spiga 3, il primo flagship europeo e il terzo a livello globale, dopo quelli di Osaka e Tokyo. L'obiettivo è fidelizzare la clientela nel Vecchio Continente, in un'ottica di espansione nel territorio. Previsto per marzo un secondo opening a Tokyo.

 

Dopo la presentazione delle proposte per il prossimo inverno, ieri 22 febbraio a Palazzo Bovara, Tatras fa il bis con l'apertura del punto vendita nel Quadrilatero. 180 metri quadri su due livelli, affacciati su via Spiga con tre vetrine, a pochi passi da corso Venezia. Lo spazio, firmato dallo studio MRZArchitetti, ospita le collezioni uomo, donna, bambino del brand, insieme alla capsule di Lucio Vanotti X Tatras.

 

Una scelta strategica che cade in un momento di grande dinamismo per la label guidata dal presidente e direttore creativo Masanaka Sakao, che ha chiuso il 2017 a quota 45 milioni di euro di fatturato, in crescita del 15%, con il Giappone primo mercato e con una presenza significativa anche in Europa, Corea, Cina, Stati Uniti.

 

Prossimo step, a fine marzo, sarà l'apertura del secondo punto vendita a Tokyo, nell'area fashion di Ginza, dove sorgerà uno spazio di 600 metri quadri al primo piano di un centro commerciale di nuova costruzione, dedicati al mondo di Tatras. In attesa di definire i futuri progetti sul fronte retail.

 

Il marchio ruota  per il 90% intorno al mondo della piuma, selezionata in Polonia, dove avviene la produzione dei capi, confezionati con i tessuti delle migliori aziende italiane. A fare la parte del leone è la donna, che copre il 60% del giro di affari, mentre è recente il lancio della linea bimbo: proposte per un pubblico dai 4 ai 14 anni con cui si punta a esplorare un nuovo segmento di mercato, con l'obiettivo di aumentare il giro di affari del 10% entro il 2018.

 

Distribuita in Italia presso i migliori dettaglianti, come LuisaViaRoma, Silvia Bini e Sugar, la collezione è venduta in circa 60 negozi plurimarca nella Penisola, a cui si aggiungono i circa 300 nel resto del mondo, con una presenza importante in Giappone.

 

Lo store milanese si caratterizza per l'ispirazione all'arredamento italiano degli anni Cinquanta: protagonisti il side table Ragno di Carlo de Carli, le appenderie che traggono spunto dalla libreria Infinito disegnata da Franco Albini nel 1956 e la parete luminosa nello stile dei grandi edifici del razionalismo italiano.

 

stats