Moda e Real Estate

Ortega (Inditex) supera i sei miliardi di euro in immobili

Che Amancio Ortega (nella foto), patron di Inditex, abbia sempre amato investire in immobili non è certo una novità. Il suo “hobby”, gestito con Pontegadea Immobiliaria, ha raggiunto i 6.058 milioni di euro nel 2015, in crescita di circa 500 milioni rispetto all’anno precedente. Gran Bretagna e Stati Uniti sono i Paesi preferiti per gli investimenti nel real estate dal signor Zara.

 

Amancio Ortega, oggi ottantenne e tra gli uomini più ricchi del mondo, ha iniziato a lavorare a 14 anni come fattorino in una sartoria di La Coruña. Di strada da allora ne ha fatta tanta: non solo grazie all’idea di scommettere sulla fast fashion già a metà degli anni Settanta, aprendo il primo negozio Zara, ma anche abbinando al business moda quello dell’immobiliare.

 

Infatti Ortega non ha mai investito in pubblicità, ma fin dagli inizi ha puntato su bei negozi in location di pregio, dei quali quando ha potuto ha sempre acquistato i muri. Anche in tempi non sospetti, quando l’’investimento nell’immobiliare non era ancora una leva strategica.

 

Adesso conta numerosi building nelle città più importanti del mondo - con un’attenzione a quelle di matrice anglosassone - e tra i suoi inquilini ci sono anche competitor come H&M.

 

Tra le acquisizioni del 2015 anche il secondo immobile in corso Vittorio Emanuele a Milano, al civico 13 che ospita lo store Zara Uomo, comperato per 97,3 milioni di euro.

 

Building che si aggiunge a quello di fianco, passato nelle mani di Ortega quattro anni fa per 103 milioni di euro, sede del primo punto vendita Zara aperto a Milano e in Italia nel 2002.  Lo sbarco allora avvenne grazie alla joint venture firmata da Ortega con Antonio Percassi, del Gruppo Percassi, l’anno prima e che terminò nel 2016.

 

Il colosso Inditex ha chiuso il 2015 con un fatturato di 20,9 miliardi di euro, in crescita del 15% sul 2014.

stats