Moda e private equity

Change Capital si fa avanti per Lancel (Richemont)

Il fondo Change Capital Partners starebbe corteggiando uno dei marchi della moda del gruppo svizzero Richemont (Cartier e Van Cleef & Arpels, tra i brand di proprietà): si tratta delle borse francesi Lancel, ma anche per Chloé sarebbe solo questione di tempo.

 

Appena una settimana fa Richemont ha dovuto smentire attraverso un comunicato i rumors che lo vedevano prossimo alla vendita del retailer online Net-A-Porter: una pratica del tutto eccezionale per la Casa elvetica, che di solito si astiene dal commentare le indiscrezioni.

 

Secondo Reuters è invece più probabile che il colosso del lusso allenti la presa sul fashion. In via informale pare abbia avviato le ricerche di un compratore per la maison Chloé, mentre per Lancel ci sarebbe già un'offerta non vincolante, formulata da Change Capital Partners, la società di private equity fondata dall'ex presidente di Carrefour e Marks & Spencer, Luc Vandevelde.

 

Si parla di un valore dell'azienda, fondata a Parigi nel 1876, stimato pari al fatturato (135 milioni di euro nell'esercizio terminato a fine giugno) e di un investimento iniziale necessario per la ristrutturazione di 50 milioni. Il marchio, nel portafoglio di Richemont dal 1997, porterebbe in dote 10 milioni di euro di perdite operative, in base a stime pro-forma.

 

Stando ad altre indiscrezioni, Richemont starebbe considerando anche la vendita degli orologi Baume & Mercier. Per Chloé non sarebbe più una questione di "se" ma di "quando".

 

stats