NOMINE

Francesco Trapani nuovo vice presidente esecutivo di Clessidra

Francesco Trapani entra in Clessidra in qualità di azionista, operating partner e membro del consiglio di amministrazione. «Apporterà le sue grandi competenze imprenditoriali e manageriali - si legge in una nota della società, che gestisce fondi di private equity esclusivamente dedicati al mercato italiano - in particolare in alcuni dei settori prioritari per la nostra strategia di investimento, quali le eccellenze del made in Italy».

 

Trapani aveva lasciato il primo marzo scorso la sua carica di numero uno della divisione orologi e gioielli del Gruppo Lvmh, del cui cda fa tuttora parte, oltre a essere consigliere del presidente per le attività relative alla gioielleria.

 

Il suo ingresso in Clessidra, che tra gli altri investe nel marchio di preziosi Buccellati ed è stata scelta da Harmont & Blaine per le trattative in esclusiva in vista della cessione di una quota di minoranza, fa seguito a un potenziamento complessivo della struttura, iniziato nel 2013 con la nomina di Maurizio Bottinelli a responsabile del team di investimento, della promozione a partner di Simone Cucchetti e Marco Carotenuto e dell'inserimento di Rocco Sabelli come operating partner.

 

Nato nel 1957, prima di essere arruolato da Lvmh Francesco Trapani ha trascorso un lungo periodo in Bulgari, dove ha iniziato la sua carriera nel 1981. Dal 1984, in qualità di a.d., ha sviluppato una strategia a lungo termine basata sulla diversificazione del prodotto, l'ampliamento della distribuzione, il potenziamento della comunicazione e un team di elevata professionalità.

 

Grazie a questa impostazione, quella che inizialmente era una piccola realtà attiva nell'alta gioielleria (con un fatturato di 25 milioni di euro, cinque negozi e un'ottantina di dipendenti) si è trasformata in un big player con un ampio portafoglio di prodotti, un giro d'affari di oltre un miliardo di euro, un organico di 4mila persone e 300 boutique dirette in tutto il mondo.

 

stats