NOMINE

Quattro nuovi direttori da Richemont per invertire la rotta

Grandi cambiamenti ai piani alti di Richemont: il gruppo ginevrino attivo nel settore del lusso sostituirà i direttori di quattro marchi: Jaeger-LeCoultre, Piaget, Vacheron Constantin e Alfred Dunhill.

 

L’obiettivo è rispondere con più incisività alle esigenze dei mercati in cui operano, dopo una semestrale (terminata a fine settembre) caratterizzata da ricavi in discesa del 13% a 5,1 miliardi di euro e un’ultimo trimestre, terminato a fine dicembre, in recupero, con vendite in crescita del 6% (+5% a cambi costanti).

 

I quattro brand in questione saranno o sono guidati rispettivamente da Georges Kern (ad interim), Chabi Nouri (nella foto), Louis Ferla e Andrew Maag (in carica già dal 5 gennaio). I manager sostituiranno o hanno già sostituito Daniel Riedo, Philippe Leopold-Metzger, Juan-Carlos Torres e Fabrizio Cardinali.

 

Questi avvicendamenti sono una conseguenza di quelli già annunciati in novembre: il presidente della direzione Richard Lepeu andrà in pensione a fine marzo, mentre il responsabile delle finanze Gary Saage lascerà il gruppo in luglio. Richemont ha deciso di sopprimere il posto di ceo: i direttori delle differenti unità riferiranno direttamente al consiglio di amministrazione.

 

Chabi Nouri, che diventa direttore di Piaget, ha esperienze e approfondite conscenze nel marketing del lusso. È entrata in Piaget nel settembre 2014, inizialmente come global brand equity, marketing jewellery and communication director, per poi essere nominata international managing director sales & marketing nel settembre 2016. Gran parte della sua carriera l’ha trascorsa in Cartier, marchio che appartiene sempre al gruppo Richemont.

 

 

stats