NOVE MESI

Wolford: balzo avanti dell'utile. Ricavi: Italia +10%, e-commerce +17%

Ricavi in lieve calo (-1,9%, a quota 121,1 milioni di euro), ma utili passati da 1,74 a 4,5 milioni di euro nel bilancio a nove mesi di Wolford. Per il player austriaco della calzetteria e del bodywear il mercato italiano è tra i più dinamici, con vendite in crescita del 10%.

 

Oltre all'utile, anche l'ebit ha fatto un balzo in avanti, da 2,2 a 7,1 milioni di euro. Come sottolinea un comunicato, al lieve calo del turnover ha contribuito la chiusura di una ventina di negozi, insieme alle condizioni di mercato particolarmente difficili nel secondo trimestre.

 

Il business wholesale ha incassato un -4%, mentre il retail è risultato stabile, anche perché, a fronte dei monomarca che hanno sospeso l'attività, ne sono stati aperti altri, in location come Barcellona, Firenze e Francoforte. A inizio marzo è stato inoltre inaugurato un flagship a Monaco di Baviera. In avanzata del 17% l'e-commerce.

 

Tra i Paesi di riferimento per Wolford, segni meno si sono verificati in Germania (-5%), Austria (-6%) e Francia (-5%). In flessione del 2% gli Stati Uniti, «che però recentemente si sono stabilizzati». In rialzo del 10% il business sia in Italia che in Spagna, mentre la Gran Bretagna ha messo a segno un +4%. Fuori dall'Europa, l'Asia ha dimostrato un notevole dinamismo, con un +13%.

 

Nell'immediato futuro, l'azienda prevede di rafforzare la parte marketing & sales, presidiata dal nuovo ceo Ashish Sensarma, che ha intenzione di procedere a un upgrading delle vetrine e del visual merchandising (nella foto, calze Wolford alla recente sfilata di Mario Dice a Milano Moda Donna).

 

stats