NUOVI MERCATI

Furla: oltre 100 shop in Cina nei prossimi quattro anni

Furla aprirà oltre 100 boutique in più di 40 città della Greater China nei prossimi quattro anni: lo ha annunciato oggi l’azienda bolognese delle borse e della pelletteria di fascia premium, rivelando che l’espansione retail nella regione avverrà in tandem con il gruppo familiare di Victor e William Fung.

 

La formula scelta è infatti quella della joint venture con il ramo di private investment di questa realtà: la Fung Capital Asia. Nell’ambito della strategia di penetrazione nel grande Paese asiatico, Furla ha aperto ad Hong Kong lo scorso agosto il suo primo retail concept e ottenuto il recupero dei diritti di distribuzione sul territorio cinese, precedentemente concessi a partner locali.

 

Da oggi, primo febbraio, il gruppo guidato da Giovanna Furlanetto ha dunque l’opportunità di gestire direttamente la commercializzazione dei propri articoli in Cina, Macao e Hong Kong, per mezzo della neonata joint venture con Fung Group, nella quale Furla è socio di maggioranza.

 

“Abbiamo voluto dare un colpo d’acceleratore al nostro sviluppo nella Grande Cina, visti il successo del retail concept inaugurato a Hong Kong lo scorso anno e la risposta fortemente positiva dei consumatori cinesi all’offerta presente nei nostri monomarca di proprietà presenti in tutto il mondo”, ha spiegato Giovanna Furlanetto nel commentare l’annuncio di oggi e ha proseguito: “Nel gruppo Fung abbiamo trovato un partner con un dna simile al nostro: siamo entrambe aziende familiari, con una lunga tradizione alle spalle - rispettivamente 106 e 86 anni di attività -, valori simili e la stessa vision, che è quella di proporre prodotti di qualità al consumatore cinese più esigente”.

 

Furla ha da poco comunicato i risultati previsionali relativi al 2012: il fatturato risulta in crescita del 18% a quota 212 milioni di euro, grazie soprattutto agli ottimi risultati ottenuti con l’export, che ammonta al 76% delle vendite.

 

 

stats