NUOVI PROGETTI

& Other Stories: al via l’e-store e il negozio di Londra

Dopo tanta suspence, viene finalmente svelato il lifestyle di & Other Stories, nuova scommessa del gruppo H&M: ieri sera è stato inaugurato con un party il primo store del marchio, in Regent street a Londra, mentre parte l’e-commerce in vari Paesi, tra cui l’Italia.
 

È probabile che oggi, primo giorno di attività di stories.com, il sito di vendita online venga preso d’assalto da fashionistas e non solo, che per mesi hanno seguito, anche attraverso i social media, la campagna “teaser” del progetto. Non tutti, però, potranno avere il “privilegio” di accedere al mondo della label: l’e-shop è disponibile, oltre che da noi, solo in alcuni mercati: Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Paesi Bassi, Spagna, Svezia e Regno Unito.

 

Ieri sera c’è stato chi ha già potuto toccare con mano le proposte & Other Stories, ideate negli atelier creativi di Parigi e Stoccolma nell’ottica di dare vita non a semplici prodotti, ma a emozioni (appunto, “storie”), da trasmettere attraverso un guardaroba ricercato, fashion e non costoso: vip, giornalisti, socialite, blogger e altri happy few hanno affollato i 1.000 metri quadri del primo avamposto in assoluto della label in Regent street 256-258, curiosando tra abiti, accessori e cosmetici.

 

A livello di abbigliamento, la label punta a quattro collezioni, a grandi linee riconducibili ad altrettanti siti, da mescolare tra loro: urban-industriale, poetico-dandy, glamorous e tailored. In occasione dell’inaugurazione nella capitale inglese, sono stati inoltre presentati capi (i cosiddetti “Co-Lab”) frutto di collaborazioni temporanee con designer esterni: questa primavera sono stati coinvolti The Lake and Stars, Clare Vivier, Abigail Lorick Im e Alyson Fox. Ampia, inoltre, la scelta di accessori, in primis scarpe e borse (compresa una selezione di sneaker Nike), mentre il beauty - del quale si è già avuto un assaggio da Colette a Parigi - non è solo a marchio & Other Stories, ma comprende altre etichette internazionali, difficili da trovare in Europa.

 

Complessivamente abbordabili i prezzi, anche se in genere più alti rispetto a quelli praticati nella catena H&M: per esempio, un giubbotto o una denim jacket costano 95 euro, un parka 75, un abito 45 (ma ci sono punte di 195 euro, nel caso dei vestiti della serie Co-Lab, o anche di 245 euro per il modello in pelle stampata), un paio di pantaloni tra i 45 e i 75 e un paio di sandali 75, mentre una clutch in neoprene può costare anche solo 15 euro e un fondotinta 17 euro.

 

Il prossimo step dell’insegna dovrebbe essere Copenhagen, mentre l’opening milanese è fissato in aprile.

 

stats