Nomine

Adidas: nel supervisory board il miliardario Nassef Sawiris e il tycoon Albert Frere

Con l'assemblea degli azionisti di Adidas di giovedì 12 maggio entrano nel supervisory board del gruppo due azionisti di rilievo, nonché ricconi della classifica di Forbes: si tratta di Nassef Sawiris e Albert Frere (attraverso un rappresentante, Ian Gallienne, già al vertice della holding di Frere, Groupe Bruxelles Lambert).

 

Nassef Sawiris è l'uomo più ricco in Egitto e 421esimo nel mondo, secondo la classifica stilata da Forbes. Albert Frere, invece, è il più facoltoso del Belgio e 286esimo al mondo.

 

Come riporta Reuters, nel 2015 hanno acquistato quote di rilievo del gruppo tedesco dello sportswear, approfittando della discesa delle quotazioni del titolo, dopo una serie di profit warning.

 

Come risulta all'agenzia di stampa, Frere avrebbe un pacchetto pari al 5% e Sawiris una quota del 3%. Altro socio rilevante è l'investitore americano Mason Hawkins (con il 2,9%), che avrebbe creato una patnership con il magnate egiziano.

 

Al meeting annuale degli azionisti Ian Gallienne, che rappresenterà Frere in Adidas, ha detto di essersi impegnato a un «dialogo costruttivo» con il management. Sawiris ha dichiarato che la sua conoscenza dei mercati emergenti e l'expertise nella finanza porteranno a un rafforzamento del board.

 

In ottobre Kasper Rorsted succederà a Herbert Heiner nel ruolo di ceo, dopo 15 anni al vertice dell'azienda. Gerhard Jaeger, che in assemblea ha parlato in rappresentanza dell'associazione di azionisti SdK, ha detto di vedere positivamente Heiner nel supervisory board come possibile successore del presidente Igor Landau.

 

stats