Nomine

Aquafil: Giulio Bonazzi confermato alla guida della società post fusione

Il primo cda di Aquafil post fusione ha nominato Giulio Bonazzi presidente e amministratore delegato della società delle fibre sintetiche, che ieri ha debuttato sul mercato Star di Borsa Italiana.

 

Nella prima seduta le azioni hanno chiuso al prezzo di 12,68 euro, dai 12,23 euro della chiusura di venerdì rettificata di Space 3, la spac (special purpose acquisition company, quotata sul Miv, Mercato degli investment vehicles) promossa da Space Holding con cui si è fusa.

 

Poco dopo le 11 di oggi il titolo Aquafil pasa di mano a 12,55 euro per azione, in calo dell'1% rispetto a ieri. Anche l'indice Ftse Italia Star è in flessione: -0,97%.

 

Da oltre 50 anni produttore di fibre sintetiche, Aquafil è un'azienda da 482 milioni di ricavi e 20 milioni di utili (risultanti alla fine del 2016) che sta scommentendo sull'economia circolare con Econyl, un filo realizzato riciclando rifiuti come reti da pesca e tappeti e scarti industriali.

 

Nel board della matricola di Borsa siedono anche Adriano Vivaldi, Fabrizio Calenti, Franco Rossi e Simona Heidempergher, Francesco Profumo, Carlo Pagliani e Margherita Zambon

 

All'interno della società, Stefano Loro è il presidente delle attività per il prodotto Bcf (Bulk continuous filaments, fili sintetici per la pavimentazione tessile) in Emea, Giuseppe Crippa è senior vice president per il Bcf e Sergio Calliari è il direttore amministrativo.

 

Bonazzi era già presidente e ceo (dal 1987) dell'azienda di famiglia prima della fusione. È stato presidente del CIRFS (Associazione Europea Fibre Sintetiche) e da giugno 2015 è il presidente di Confindustria Trento.

 

stats