Nomine

Azzaro: Maxime Simoëns è il nuovo direttore artistico

Rimasta senza direttore creativo dal luglio 2016, in seguito all'uscita di Arnauld Maillard e Alvaro Castejón, la maison Azzaro, che nel 2017 festeggia il cinquantesimo anniversario, ha affidato a Maxime Simoëns il ruolo di direttore creativo. A lui il compito di supervisionare le collezioni di alta moda, ready-to-wear e gli accessori uomo e donna. Il debutto è previsto per la couture week di luglio.

 

1È un onore poter aggiungere la mia visione all'heritage di Loris Azzaro - è la dichiarazione di Simoëns -. Il suo spirito anticonformista, la sua visione avant-garde dell'eleganza e il suo edonismo senza compromessi sono grandi fonti di ispirazione per me».

 

«Il lavoro di Maxime Simoëns è in sintonia particolare con le silhouette di Loris Azzaro. La stessa inclinazione verso una fluidità di tipo grafico, linee architettoniche precise e sensuali, gioco dei contrasti e ricami preziosi», ha spiegato Gabriel de Linage, ceo della maison.

 

Maxime Simoëns, che nel suo curriculum vanta collaborazioni con Elie Saab, Jean Paul Gaultier, Christian Dior e Balenciaga, è stato salutato come un prodigio all'International Festival of Fashion and Photography di Hyères, nel 2008, all'età di 25 anni. Nel 2012 Bernard Arnault ha investito sul business in ascesa del giovane designer.

 

Dal 2011, anno in cui è entrato nel calendario ufficiale della fashion week parigina, la presenza di Maxime Simoëns è stata incostante. Dopo aver presentato la collezione nei calendari della couture e del ready to wear, il designer è scomparso dagli appuntamenti del womenswear, con l'ultima passerella nel settembre del 2014. È tornato in scena lo scorso giugno per presentare il menswear, battezzato M.X., che non ha avuto seguito lo scorso gennaio.

 

La sua nomina di Maxime Simoëns era attesa da tempo per suggellare un anno importante per la maison, che taglia il traguardo dei 50 anni. Un anniversario festeggiato con una serie di appuntamenti, a partire dalla sfilata di alta moda dello scorso gennaio, per proseguire con l'apertura della prima boutique maschile a Parigi, in rue de l'Ancienne-Comédie, la pubblicazione di un libro retrospettivo per le edizioni La Martinière, il défilé del prossimo luglio con la sigla del nuovo direttore creativo e il lancio di una capsule collection uomo.

 

stats