Nomine

Bershka: mentre Agnolin va da Diesel, entra Antonio Floréz de la Fuente

Dopo l'uscita di Marco Agnolin, passato al timone di Diesel, Inditex sceglie indoor il nuovo ceo di Bershka e affida il ruolo ad Antonio Floréz de la Fuente, manager storico nel gruppo, in passato responsabile commerciale di Zara in Europa e, di recente, direttore del gruppo in Italia. Un ruolo che lascia a Lorenzo Marcheselli, direttore commerciale di Zara nel Centro Europa.

 

Seconda insegna del gruppo per fatturato, con un giro di affari di 2.012 milioni di euro nel 2016 (+7%), Bershka vale l'8,6% del turnover di Inditex, che ha totalizzato 23.311 milioni di euro nell'esercizio.

 

Nel primo semestre dell'anno in corso, l'insegna ha accelerato la crescita con una progressione del 14%, raggiungendo un totale di 1.016 milioni di euro, rispetto agli 893 dello stesso periodo dell'anno precedente.

 

A fine 2016 i punti vendita erano 1.081, di cui 919 diretti e i restanti in franchising. Nel corso del 2017 sono stati aperti altri 21 store, raggiungendo un totale di 1.102 vetrine nel mondo. All'insegna fanno capo anche 35 mercati nell'online, tra cui Corea del Sud, Stati Uniti e Giappone.

 

stats