Nomine

La super rivoluzione di Gant parte dal nuovo direttore creativo

Gant annuncia l’arrivo di nuove figure chiave all’interno del top-management dell’azienda, incluso il direttore creativo. Queste new entry sono un ulteriore passo verso l’obiettivo del 2020: diventare il marchio leader nel mondo del lifestyle.

 

Le nomine arrivano dopo 18 mesi dall’insediamento di Patrik Nilsson come ceo del brand: «Con questi quattro nuovi profili chiave abbiamo compiuto un enorme passo avanti nella costituzione del nostro “dream team"».

 

Tra i fiori all'occhiello della squadra c'è Matthew Wood (foto), a cui va il ruolo di creative director. Wood è entrato a far parte del team Gant esattamente un anno fa. Occupa al momento la posizione di Business Unit Director di Gant Diamond G e Gant Rugger ed è inoltre responsabile della Business Unit dedicata alle camicie.

 

Altra figura chiave del rilancio globale della label sarà Brian Grevy, chief marketing officer, che entra in Gant forte di un'esperienza di general manager presso la più grande business unit di Adidas, Training, con un fatturato di 3,7 miliardi di euro.

 

La figura di chief marketing officer è stata creata appositamente per unire le funzioni di sviluppo prodotto e marketing. Brian Grevy si unirà al team del brand a partire da giugno.

 

Altra new entry dal prossimo maggio è Patrik Söderström, in qualità di global sales director dopo un’esperienza in Luxottica, dove è stato general manager negli ultimi sei anni per il Nord Europa, coordinando un team di 160 persone.

 

A chiudere la lista del poker d'assi in arrivo è Gunnar Hedendhal, business unit director, che ha ricoperto un ruolo analogo all'interno del brand Oscar Jacobsson e, in precedenza, da Tommy Hilfiger e J. Lindeberg.

 

 

stats