Nomine

Matteo Cambi torna in Guru: "È tempo di valori nuovi"

Un uomo diverso il Matteo Cambi che torna in Guru per occuparsi di comunicazione e che si racconta a fashionmagazine.it. Maturato dopo la fase difficile della bancarotta e il percorso di riabilitazione, guarda al suo incarico in un'ottica nuova. Basta con le discoteche, ora è tempo di fare leva su valori diversi.

 

Basta con le discoteche, ora è tempo di fare leva su valori diversi. "Simone Mantura, a.d. dell'azienda, mi ha chiamato circa due mesi fa per propormi l'incarico - racconta -. Nel 2009, tra l'altro, è ritornato anche Gianmaria Montacchini, il mio socio storico con cui nel 1999 ho fondato il marchio, e le cui quote avevo rilevato nel 2002". "L'idea - spiega - è quella di ricreare la stessa squadra che ha portato al successo il marchio".

 

Di acqua ne è passata sotto i ponti dagli anni d'oro della label. Fino ad arrivare alle cattive acque in cui Cambi si è trovato nel 2008 in seguito al crac e al buco di 120 milioni. Una tempesta da cui è uscito con una condanna a quattro anni per bancarotta. È allora che vende l'azienda al colosso indiano Bombay Rayon Fashion Limited e inizia il percorso di disintossicazione dalla droga.

 

Oggi per lui è tempo di tornare al primo amore. "Mi occuperò di comunicazione a 360 gradi - chiarisce -. Non seguirò solo il prodotto ma tutto il mondo delle licenze". Un universo in cui rientrano pelletteria, profumi, occhiali, bigiotteria, linea bambino. E in cui si affermano valori nuovi. "È tempo di concertezza. Ora basta con le discoteche. Voglio fare leva sul mondo della cultura, della musica e su modi diversi di vivere il tempo libero - spiega -. La mia esperienza mi ha fatto riflettere e mi ha fatto capire che oggi sono necessari molto impegno e molta concretezza per costruire un discorso su basi solide".

 

La label della margherita ha registrato un fatturato di 20 milioni nel 2011, con l'obiettivo di arrivare ai 30 nel 2013 e con all'attivo 30 negozi, di cui dieci gestiti direttamente. Siamo ben lontani dagli oltre 84 del 2006 ma si lavora per crescere.

stats