Nomine

Nicola Brandolese da Luxottica a Lvmh

Nicola Brandolese ha lasciato il ruolo di responsabile del ramo retail di Luxottica per entrare a far parte dell'organico di Lvmh. Inizialmente opererà presso Fendi ma circolano ipotesi di un suo prossimo incarico nel business dell'eyewear dei francesi.

 

Come si rileva dal profilo Linkedin di Brandolese, il manager è entrato in Lvmh il primo giugno come executive, inizialmente presso la maison romana, ma il suo ruolo sarà specificato entro breve.

 

Assunto da Luxottica nel settembre 2012 come chief digital officer, da poco più di un anno era presidente del retail del gruppo dell'occhialeria di Agordo. Prima ancora, dal 2000 al 2008 è stato in forze presso la pay TV Sky Italia, da cui è uscito con la carica di executive vice president per l'area marketing & sales. La sua carriera è iniziata negli anni Novanta alla Erikstone, in Finlandia.

 

Secondo alcune ipotesi, l'ex-manager Luxottica sarebbe destinato al business degli occhiali del gruppo del lusso francese in joint venture con Marcolin, annunciato in febbraio con l'ingresso di Lvmh nel capitale del gruppo veneto dell'eyewear.

 

Come riporta Reuters, in un comunicato interno di Lvmh (datato 19 maggio) si legge che dopo alcuni mesi in Fendi, per apprendere le dinamiche del settore moda e pelletteria, dal 2018 Brandolese avrà un ruolo, non ancora specificato, di ceo.

 

Secondo indiscrezioni riportate da Bloomberg e citate in un report da Mediobanca Securities, la decisione del gruppo di Bernard Arnault va considerata nell'ambito delle strategie del gruppo per l'eventuale successione di manager chiave come il ceo di Christian Dior Couture, Sydney Toledano, (65 anni) e il direttore generale di Lvmh Antonio Belloni (63 anni).

 

Dopo l'offerta su Christian Dior, pare che Arnault intenda affidare a un unico ceo le attività moda e i profumi Dior (questi ultimi già controllati da Lvmh).

 

stats