Nomine in vista

La creatività di Natacha Ramsay-Levi (Louis Vuitton) fa gola a Chloé

Chloé avrebbe messo gli occhi su Natacha Ramsay-Levi, senior designer diLouis Vuitton e pupilla del direttore creativo della griffe, Nicolas Ghesquière. Ma il mondo del fashion dovrà attendere la fine di febbraio per avere una conferma. Per il momento, come riferiscono i notiziari online, la maison non commenta le indiscrezioni.

 

Dopo la fashion week parigina sarà dato sapere se i rumors sul possibile deal hanno un fondamento di verità, si legge su wwd.com, perché la stilista è sotto contratto con la maison fino a fine febbraio. Così come lo è Clare Waight Keller, attuale direttrice creativa di Chloé.

 

Ramsay-Levi ha iniziato la sua carriera nel 2002 negli atelier di Balenciaga, dove è cresciuta professionalmente fino a diventare la vice top designer di Ghesquière. All'uscita del creativo francese dalle fila della maison, nel 2013, Ramsay-Levi ha lavorato come consulente per molte griffe, fra cui Hermès e Acne Studios, prima di approdare da Louis Vuitton.

 

Dopo esperienze da Gucci e Pringle of Scotland, Clare Waight Keller è approdata da Chloé nel 2011, portando nella maison una ventata di novità e di ringiovanimento, come le è stato riconosciuto dalla stampa internazionale. E come ha dichiarato Geoffroy de la Bourdonnaye: «Le collezioni di Clare Waight Keller continuano a ricevere il plauso della critica e del mercato. Il ready-to-wear e le borse hanno performato bene, con la borsa Drew che ha giocato un ruolo chiave».

 

stats