Nove mesi

Ferragamo: +10% il fatturato, +61% l'utile netto

Il Gruppo Salvatore Ferragamo archivia il bilancio a nove mesi con utili pari a 112 milioni di euro, in aumento del 61% rispetto allo stesso periodo del 2012. L'ebit ha registrato un +23% a 162 milioni.

 

Nel periodo gennaio-settembre i ricavi si sono attestati a 915 milioni (+10%). Nel terzo quarter, invece, il fatturato complessivo di Ferragamo è passato da 267 a 290 milioni di euro (+10% a cambi costanti).

 

Il primo mercato del gruppo fiorentino resta l'Asia-Pacifico, che nei nove mesi ha messo a segno un +12% a cambi costanti (+13% nel terzo trimestre). Incrementi a due cifre anche in Europa, che ha registrato un progresso dell'11% (+6% nel terzo trimestre), in Nord America (+13% e +11% nel quarter) e in un'area di minore peso come il Centro e Sud America (+16% e +35% a tre mesi).

 

Esaminando le singole categorie merceologiche, spicca il +16% della pelletteria (a valori correnti), che ha superato i 300 milioni di euro di ricavi, mentre il core business delle calzature è cresciuto del 9,6% a 399 milioni. In controtendenza l'abbigliamento, che ha subito un -4% a 72,8 milioni (nella foto, lo store Ferragamo recentemente aperto ad Hanoi, in Vietnam).

 

stats